7 motivi per non regalare il Magico Potere del Riordino

20:23

Ciao a tutte,
oggi un post che stavo meditando da tempo. Visto che ormai il Natale è alle porte e fa capolino nelle nostre case e nei nostri cuori, voglio anche darvi qualche spunto perché non prendere il libro Il magico potere del riordino di Marie Kondo.

Io l’ho preso a pochi euro un giorno che era in offerta lampo su Amazon. L’ho letto perché ne ho sentito tanto parlare.
Ora vi voglio dire perché per me non ha senso regalare questo libro. (niente di personale su questo libro ma vi parlo da disordinata cronica)
1.  La persona a cui regalerete il libro è… un’appassionata di riordino?

Questa è una domanda lecita. La autrice ama il riordino, la rilassa. Io non amo riordinare. Mi stressa molto. Riordino a volte per liberare la testa e per non pensare, ma non mi aiuta emotivamente.
2. Il libro che state per regalare è per una persona che… vuole cambiare totalmente la propria vita?
La domanda è drastica, ma vuole avere un certo effetto. Regalare un pianoforte a chi non sa suonare ha veramente senso? A mia madre ad esempio non interessa riordinare. Sarebbe un regalo sprecato.
3. Alla persona a cui regalerete il libro…migliorerà la vita dopo un riordino come quello del libro?
Il libro è solo l’inizio per iniziare questa avventura. Ci sono molte cose da comprare. Cassetti, librerie dedicate. Siamo veramente sicuri che la persona che riceve questo regalo vuole fare questo investimento di tempo e denaro?

 4. Alla persona cui regalerete il libro… piacciono i libri un po’ ripetitivi?
Veniamo ai difetti di questo libro. Non so se sia il modo di scrivere Giapponese o se la traduzioni lasci a desiderare (non sta certo a me dire queste cose). Il libro accenna a un concetto e te lo ripete 24 volte. Capitoli di nemmeno una pagina. Sappiate che sarà molto lungo.
 5. La persona a cui state per regalare il libro… ha un problema a buttare?
Io non butto niente. Ne sono consapevole. I vestiti soprattutto. Alla fine li ho comprati, cerco di usarli però mi dispiace darli via. Non riuscirei mai a fare come dice Marie Kondo nel suo libro “se un capo non ti da emozioni quando lo tieni in mano, buttalo”. Secondo questa logica io dovrei andare al supermercato in abito da sposa, magari. Mio marito mi farebbe internare in qualche posto per malati mentali. #sappiatelo
 6. La persona a cui regalerete questo libro… ha tante cose?
Io ho tanto e non butto niente come vi ho detto. Però ho anche tante cose. Non riuscirei ad esempio a tenere sia abiti estivi e invernali vicini o a disposizione. Vorrebbe dire fomentare le tarme e i buchi nei miei vestiti di lana.
 7. La persona a cui regalerete questo libro…non dovrà più riordinare?
Secondo il libro, una volta applicato il metodo non dovrete riordinare. Stiamo però parlando di case giapponesi che sono molto diverse dalle nostre case italiane. Fortunatamente in Italia in casa c’è spazio.
Ecco perchè io non regalerò il Magico potere del riordino di Marie Kondo. Voi l'avete letto? Cosa ne pensate? Rivelazione o noia?

You Might Also Like

11 commenti

  1. Pure io sono una disordinata cronica,ed un'accumulatrice di vestiti non necessariamente utilizzati,anche perchè avendo cambiato taglia tante volte non voglio buttare nè i vestiti + piccoli nè quelli + grandi(entrambe potrei rimetterli,prima o poi).Però sfogliare questo libro mi ha solo fatto venire nausea e fastidio XD Non lo regalerei neppure ad un nemico XD

    RispondiElimina
  2. A me piace riordinare ma se per farlo mi tocca comprare altri scaffali e mobili allora mi sa che l'autrice non ha centrato il punto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono proprio d'accordo con te. :( poi, sono pigra...quindi, lascio perdere anche se non l'ho letto! ^_^

      Elimina
  3. Sempre sentito parlare ma mai preso:) non lo prenderei proprio perche anche a me come a te riordinare stressa molto e lo faccio controvoglia un bacio

    RispondiElimina
  4. L'ho visto al supermercato e il titolo mi fa sorridere, devo ammetterlo... XD non mi ritengo una persona ordinata, MA... mi piace riordinare, mi rilassa! Mi piace piegare o appendere i vestiti appena lavati o che sono in giro, riporre tutto al proprio posto... spesso quando voglio fare una pausa da qualcosa mi metto a riordinare! Non credo comunque che questo libro mi piacerebbe, penso mi farebbe venire le paranoie... XD

    RispondiElimina
  5. Non farebbe al caso mio!
    Sono una disordinata,accumulatrice seriale,ed attaccata alle proprie cose.Magari non le ho a portata di mano(grazie scantinato e casa in campagna),ma mi viene difficile cestinare abiti di quando avevo 15 anni, o che ho comprato con i miei soldi(e meno male non acquisto alta classe!).
    Il problema resta se mia madre se lo dovesse trovare tra le mani! :-D

    RispondiElimina
  6. Non lo conosco questo libro, ma io non riesco proprio a tenere sistemate le cose..è piu' forte di me!!!
    Ma sarebbe bellissimo da regalare a mio marito!!!
    Un bacione grande e graazie del consiglio!!
    Manu

    RispondiElimina
  7. Post molto interessante e controcorrente soprattutto. Ne ho letto qualche estratto in libreria e devo dirti che mi è sembrato molto inutile!

    RispondiElimina
  8. Finalmente qualcuno che parla come si deve di questo libro!! Premetto che non l'ho letto e sinceramente non ho intenzione di farlo perchè sono una disordinata metodica (nel senso che nel mio disordine c'è una logica dietro...) e mi dispiace buttare via cose mie, al massimo vendo o regalo.
    Quello che però mi meraviglia è che un libro adatto ad una cultura diversa dalla nostra abbia preso tanto piede qui in Italia: ok, adesso le case le stanno facendo più piccole di un tempo, ma in Giappone ogni casa è in media grande metà delle nostre! E' ovvio che lì non c'è spazio...

    RispondiElimina

Popular Posts

Google+ Followers

Visualizzazioni totali