Le profumerie sono o saranno antiquate?

Si sa che i marchi più prestigiosi e selettivi dettano le mode e influenzano pesantemente i comportamenti dei consumatori. Una delle maggiori influenze riguarda il luogo di acquisto; ci sono persone abituate ad andare nella profumeria sottocasa, chi preferisce il supermercato o le grandi catene cheap, chi preferisce le boutique più esclusive,… Tra i posti in cui si può acquistare make up ora troviamo anche quei luoghi considerati di passaggio come aeroporti e stazioni. Il brand trendsetter di questo nuovo comportamento di acquisto è Clinique.

I suoi distributori sono stati avvistati al McCarran Airport a Las Vegas. Ma ci sono anche grandi catene che propongo di vendere i proprio prodotti proprio ovunque.
 
Sephora qui sopra ne è un esempio. La catena francese ha firmato un accordo con Elizabeth Arden per l’inserimento di queste vending machines in aeroporti, stazioni della metropolitana ma anche nei centri commerciali. 

 
In Giappone le vending machine sono il pane quotidiano per tutti, si trovano ovunque e tutti comprano senza problemi da queste macchinette. In Italia io ne ho viste solo in alcuni punti vendita Conad contenenti prodotti L’Oreal e Max Factor.
Vedremo se quale canale avrà la meglio sulle vendite….

Commenti

  1. Io credo che saranno sempre meglio le vecchie e care profumerie dove puoi provare tutto e se ti piace acquistare... ciaooo

    RispondiElimina
  2. anche a me piace provare tutto...in queste macchinette non è possibile...e anche on line non si prova nulla...:(

    RispondiElimina
  3. Io non riuscirei mai a comprare un prodotto senza provarlo! A meno che io non lo stia ricomprando... Diciamo che magari in queste macchinette il prezzo è più basso (ipotizzo), ma comprare a scatola chiusa non mi convince. Continuerei a preferire il "vecchio sistema"...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari